Una lettera d'amore dal passato

Una lettera d’amore che arriva dal passato

Quando d’amore si parlava così….

Una lettera d'amore dal passato

Ho qui una serie di lettere, ingiallite dal tempo, che la nonna materna aveva custodito.
Tra le tante lettere che hanno vinto l’usura del tempo, ce n’è una in particolare… Siamo intorno al 1916… E’ una lettera d’amore, scritta alla nonna giovinetta, da un ufficiale del 70 Battaglione, primo Reggimento di stanza ad Arezzo, con il quale c’era evidentemente stato un casuale incontro qualche giorno prima.
Frasi romantiche e piene di sentimento, di quel sentimento pulito e vero, come adesso non se ne incontrano più…. Una storia lontana, che parla di un amore puro.
Commossa ed emozionata la leggo, inserendomi in quella piccola intimità che non mi appartiene…

Una lettera d'amore dal passato
Recita così:
“Gentile Signorina, mi perdoni se le scrivo, lo creda non ne posso fare il di meno. Da otto giorni il mio animo non ha pace, i suoi occhioni neri attraenti, affascinanti, mi fissano e m’infondono nel cuore una fervida fiamma la quale mi rende beato nella arcana visione di questo sogno.
Si, signorina la sua bella e sublime immagine l’ho sempre dinanzi allo sguardo e, mentre vergo questa mia sento corrermi dei lunghi fremiti per le ossa.
Le sembrerà strano, stranissimo questo mio fare. Lei si domanderà il come ho fatto ad innamorarmene in una giornata, eppure signorina deliziosa è così. Da quel momento, ch’ebbi la fortuna di fissarla negli occhi per la prima volta, cantarono in me le voci dell’amore e l’anima ne gioì come all’incontro dell’anima gemella.
Non s’accorse di nulla quel giorno?
Non vide i miei occhi che versavano tutto il fuoco della mia simpatia dei miei pensieri per Lei, donna soave ed angelica; e quel giorno guardandola profondamente io parlai con la parola delle pupille ai suoi occhi che, se non sbaglio lampeggiavano anch’essi.
Gli occhi dicono sempre tutto ed i nostri occhi si son già compresi, vero Signorina?
Me lo scriva, mi tolga da queste terribili pene. Mi perdoni se in due parole le dico che son rimasto attratto, avvinto dal suo fascino.
La mia posizione gliela prospettai a M. S. Savino e cioè attualmente ufficiale, ma che spero presto lasciare la divisa e che nel settembre p.v. dovrò dare due esami per conseguire la licenza in agrimensura che per la benedetta guerra non potei aver prima.
Se vuole assumere informazioni minuziose sul mio conto e sulla mia famiglia che gode di larga stima nella mia città le rimetto l’indirizzo di casa.
Cav. Xxxxx xx Corso xxx Catanzaro
Appena avuta la sua risposta chiederò un permesso per venire ad esprimerle col vivo della voce ciò che la sua distinta persona ha lasciato nel mio cuore. Non mi dilungo di più, oramai mi avrà compreso e, spero anche Lei senta della forte simpatia per me.
Nel profumo dei pensieri innamorati umilmente chiedo che sia accolto questo messaggio d’affetto. Nell’attesa febbrile ed ansiosa le stringo caldamente la mano e mi creda per la vita.
Devoto suo
Vittorio”

Una lettera d'amore dal passato

Non so se la nonna rispose mai a quella lettera…
So solo che fu un amore non corrisposto; lei poco dopo sposò il mio nonno… ed appena 26enne, morì di parto dando alla luce due figlie, tra cui la mia mamma, e lasciandone una di appena un anno.
Di sicuro però, conservò questa lettera… forse perchè lo sguardo innamorato di quel ragazzo, non le era rimasto così indifferente.
E chissà come sarebbe finita, come sarebbe stata la sua vita, e quindi la mia, se invece avesse preso carta e penna e avesse scritto così:
“ Gentile Vittorio, anch’io, come lei……………..”

4 pensieri su “Una lettera d’amore che arriva dal passato”

    1. Chiara Foianesi

      Maura, la malinconia è una terribile compagna. E annegarci è il termine giusto… Ne so qualcosa anch’io.
      Grazie, questo blog è servito anche a me, proprio per questo….

  1. Avatar

    Che bella lettera, delicata e tenera come immaginiamo fossero gli amori di una volta. Che gioia per tua nonna tenere quella lettera e sapere di avere suscitato un così bel sentimento.
    Dissento invece da te quando dici :”di quel sentimento pulito e vero, come adesso non se ne incontrano più…. “. Anche ora si incontrano sentimenti puliti e veri, anche ora uomini innamorati scrivono lettere struggenti alle loro donne.

    1. Chiara Foianesi

      Carissima Ilaria… la nonna conservò quella lettera, perchè da lettere così nessuna donna si può separare. Quello che mi dispiace è che, dopo la sua morte, appena 26enne, questa lettera sia stata violata, letta da altri e passata di mano in mano.. fino ad arrivare a me.
      Un sentimento così, doveva rimare protetto dagli sguardi altrui… ma questa è la vita…
      Felice per te, se hai incontrato uomini capaci di esprimere ancora sentimenti tanto profondi…
      E felice che ne esistano ancora…… 🙂
      Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.