Invecchiamento della pelle

In italia, le donne puntano sul makeup per combattere l’invecchiamento della pelle

Le consumatrici italiane puntano sul makeup per combattere l’invecchiamento della pelle

Lo sapevate che il desiderio di camuffare le imperfezioni della pelle legate all’invecchiamento, è il principale motivo che spinge le italiane all’acquisto di make-up, con un impatto del 19,4% sul volume di consumazioni di questo tipo di prodotti?

Invecchiamento della pelle


Un recente studio canadese, constata il massimo interesse per i prodotti anti-age nelle donne italiane dai 45 ai 54 anni. Più di un quarto del loro consumo di prodotti di cosmesi, sarebbe motivato dal bisogno di lottare contro i segni dell’invecchiamento.
Considerando che la popolazione del paese invecchia rapidamente, il numero delle consumatrici dai 45 anni in su, passerà dal 48,6% del 2013, al 51,3% nel 2018, stimolando ancora maggiormente la domanda di prodotti di makeup, rivendicandone gli effetti antietà.
“Per garantire l’efficacia e la durata del loro makeup, le consumatrici italiane ricercano dei prodotti che corrispondano meglio alla loro pelle”, spiega il documento di studi di mercato.
Ad esempio, la pelle delle donne più giovani ha la tendenza ad essere più grassa e maggiormente soggetta all’acne, ma con l’età la pelle diventa più secca e necessita di essere maggiormente idratata e nutrita.
Di contro, le pelli mature sono maggiormente soggette alle macchie brune e alle rughe, delle consumatrici “agé” desiderano nascondere.
Secondo Veronica Zhupanova, analista presso il Canadean: “Le consumatrici si aspettano dal makeup delle proprietà in relazione alla loro età. E’ per questo che le giovani generazioni cercano ingredienti regolatori del sebo che possano dare alla loro pelle un aspetto mat e coprano i segni dell’acne, mentre le consumatrici più “mature”, danno priorità a prodotti con funzioni di tipo “lifting” e “rassodante”. Questo tipo di consumatrici accorda allo stesso tempo una più grande attenzione agli ingredienti che conoscono già per i loro effetti antiage sulla pelle, come collagene e retinolo.”
“Per sviluppare dei prodotti di makeup adatti alle consumatrici “over”, le case produttrici dovranno ispirarsi a prodotti di cura della pelle che esplorino questi bisogni e propongano costantemente delle innovazioni”. Aggiunge il Canadean.
Attualmente la domanda di prodotti di cosmesi adatti ai bisogni specifici delle diverse classi di consumatrici “over” è a livelli massimi per prodotti che puntano alla cura del viso, ciò dimostra che le consumatrici associano la giovinezza ad una pelle sana e luminosa.
Per approfittare pienamente di questa tendenza, le varie marche dovrebbero estendere maggiormente le loro cure antietà anche a prodotti specifici per occhi e labbra.
“Viste le diverse necessità della pelle a seconda delle varie età, le case cosmetiche dovrebbero prevedere di concepire prodotti più esplicitamente studiati in funzione dei diversi gruppi d’età, senza tuttavia dimenticare che le consumatrici si aspettano dal makeup principalmente un ruolo estetico e che le sue altre funzioni dovranno restare secondarie in rapporto a questo ruolo” conclude Zhupanova.

Questi risultati sono basati sul nuovo studio del Canadean: Consumer Trends Analysis : Understanding Consumer Trends and Drivers of Behavior in the Italian Make-up Market.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.