Gli acquisti di makeup più deludenti del 2016

Delusioni makeup del 2016

 

Il makeup costa… e pure tanto. Quindi, spendere per scoprire di aver fatto un pessimo acquisto, fa davvero innervosire.

 

Gli acquisti di makeup più deludenti del 2016

 

Acquistare del makeup e rendersi conto di aver fatto un acquisto sbagliato fa sempre una gran rabbia… a maggior ragione se gli articoli comprati costano una cifra importante e ti rendi conto che non hanno la qualità che ti aspettavi o non sono assolutamente adatti a te, tanto che non sai neppure come poterli riciclare…

Ovviamente non è giusto riprendersela con la commessa che te l’ha consigliato, perché lei fa il suo mestiere… anche se, a mio modesto parere, chi lavora in profumeria (come in altri negozi) non dovrebbe vendere per vendere, ma consigliare al meglio la cliente, anche a costo di farla uscire dal negozio con le mani vuote.
Avrà sicuramente avrà perso una vendita, ma si sarà guadagnata la fiducia della persona. Che è la cosa più importante

Comunque sia, non posso che prendermela con nessuno se non con me stessa… perché quando si acquista un prodotto, andrebbe provato con calma, invece di farsi prendere dal sacro (e fatuo) fuoco dell’acquisto!
E siccome, ad accendere questo fuoco dell’acquisto, sono state “anche” recensioni positive lette in rete, vorrei spendere due parole, chiamandomi fuori dal coro delle acclamazioni, e scrivendo la mia esperienza su due acquisti di makeup del 2016 che ho trovato decisamente orribili, in modo tale che, insieme alle note positive, possiate trovare anche un parere negativo e farvi così un’idea più ampia, prima di decidere sull’acquisto.

Ma andiamo per ordine…

 

Palette Tartelette di Tarte
Di questa palette di ombretti nude e dal finish opaco, avevo sentito tanti pareri estremamente positivi…

In effetti sembravano proprio ombretti bellissimi: colori neutri, opachi, lunga durata, eco friendly… perfetti per creare sfumature da giorni e smokey eyes più decisi e aggressivi per la sera.
Non solo, come brand eco friendly, Tarte realizza tutti i suoi prodotti con ingredienti naturali e, in particolare negli ombretti della palette Tartelette, troviamo la vitamina E che svolge un’azione antiossidante ed emolliente, pigmenti minerali per lenire e ammorbidire la pelle ed infine l’argilla Amazzonica, dall’azione longlasting.
Inoltre, le tonalità di questa palette, sembravano proprio racchiudere un po’ tutto… dai colori per i punti luce, ai colori più caldi alle tonalità più fredde: ottima quindi per me che viaggio spesso ed ho quindi la necessità di portare dietro qualcosa di completo e utilizzabile per qualunque tipo di look io voglia realizzare e qualunque outfit io voglia indossare, realizzando dunque un makeup per ogni occasione.

Non vi dico quanto l’ho cercata… insieme alla mia amica Lucia c’eravamo proprio fissate con l’idea di acquistarla, ma purtroppo, questa palette non è in vendita in Italia, la si può acquistare unicamente attraverso siti stranieri…
Così, per non crearsi troppi problemi ed approfittando del suo viaggio estivo negli Stati Uniti, abbiamo pensato che l’avrebbe acquistata Lucia direttamente “sul campo”…
Quando è tornata, ci siamo guardate e… che posso dirvi… delusione TOTALE!!!

Gli ombretti sono polverosissimi, cupi, luminosità ZERO e difficili da sfumare.
Ma non solo, una volta applicati non si distinguono più l’uno dall’altro, ma assumono una tonalità grigiastra, uniforme… triste… Inguardabili!
Ho provato con il primer, senza primer… ho provato varie combinazioni di colori… niente!
Non sono utilizzabili neppure i colori chiari per i punto luce, perché tutto sono, fuorché luminosi…
Il tutto per la modica cifra di 50€………………………………….. Sig!

 

Fondotinta Future Solution LX Total Radiance Foundation di Shiseido
Ecco, di questo fondotinta avevo letto recensioni positivissime, ma non solo… una youtuber che seguo aveva parlato di questo fondo tempestando la sua review con decine di “Wowwwwwww”…

Questo fondo di Shiseido (“Totale Radiance”, tra l’altro!), viene descritto come un fondotinta in crema illuminante, “formulato con le più avanzate tecnologie”, un fondotinta che dovrebbe regalare uniformità e luminosità al viso creando, al tempo stesso, un look assolutamente naturale.
Adatto ad ogni tipologia di pelle, questo prodotto di fascia alta (si parla di più di 70 eurini!!!) è consigliato a donne di ogni età… dalla ragazza che desidera realizzare un makeup per un’occasione speciale, in cui vuole essere impeccabile, alla donna matura che vuole regalare luminosità, perfezione e naturalezza alla propria pelle…

Ora, non posso giudicare l’effetto di questo fondo su di una ragazza, ma vi posso assicurare che sulla mia, è horribilus!
Lasciamo perdere il colore che è assolutamente sbagliato… Purtroppo le grandi profumerie, si trovano spesso all’interno di centri commerciali dove la luce è quella artificiale e quindi, anche se il colore sembra perfetto, spesso (e anche in questo caso) ci si ritrova a fare la scelta sbagliata…

Ho provato anche a schiarirlo con un illuminante, ma niente! Una volta steso, assume una colorazione proprio rosa porcellino…. 🙁
Ma non è finita qui… magari fosse solo questo!

Questo fondotinta NON è assolutamente luminoso, anzi… spegne e ingrigisce l’incarnato e, a dispetto della youtuber e dei suoi “Wowwww”, della commessa che me l’ha consigliato e di come ne parla la Shiseido, questo NON è un fondotinta confortevole, perché fa tirare terribilmente la pelle, NON è un fondotinta antiage, perché appesantisce e segna fortemente i tratti, evidenziando anche quello che non c’è, e facendo risultare la pelle come se fosse di cartapesta!
Io ho una pelle mista, con zone un po’ più secche e pori dilatati….. ma proprio non ci siamo! Per me, è assolutamente importabile!!!

Insomma, due acquisti davvero disastrosi……… 🙁

E voi? Avuto esperienze di questo tipo? Se si, vi va di raccontarmele?

 

2 pensieri su “Gli acquisti di makeup più deludenti del 2016”

  1. Avatar

    Ciao.
    Ho un blog di bellesssssa e dintorni in cui recensisco la cosmesi dal punto di vista di una quarantenne che si compra tutto da alla (no regali e/o sponsorizzazioni) e usa e riusa e tenta di farsi un’idea; ti rimando alle recensioni presenti sul blog per quel che concerne la skincare se sei interessata a un punto di vista di una appassionata, non una esperta.
    Prossimamente devo fare a tutti i costi recensioni di makeup, visto che ne compro e ne uso abbastanza, ma non trovo mai lo stimolo giusto. Comunque, per aggiungere al tuo post le mie considerazioni, io ho trovato deludenti le maxi palette di Morphe (ma perché prendo cose così?!?!) e i vari pennelli cinesi presi su aliexpress dupe di più noti (e anche qui: ma perché faccio scemenze del genere quando zoeva fa ottimi pennelli a costi decorosi e sta pure su douglas.it???). Ma ce n’è degli altri, sicuro, questi due te li servo di getto, ma se apro i cassetti sputano fuori tutte le benedette bbcream che servono solo ad arricchire chi le fa:-((( — Già schifavo le creme colorate ai bei tempi, ma perché compro le bbcream? Vittima pure io dei claim…
    Ciausss

    1. Chiara Foianesi

      Ciao! Ehhh… è proprio vero… Nonostante i buoni propositi, spesso mi ritrovo a cedere alle lusinghe del make-up e, un pò per passione e un pò (diciamocelo) per sana follia, mi ritrovo a provare ed acquistare di tutto e di più… Naturalmente prendendo talvolta delle “sole” pazzesche! 🙂 Verrò volentieri a dare un’occhiata al tuo blog… 🙂 A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.