Dreamskin Perfect Skin Cushion Capture Totale di Dior: review

Dreamskin Perfect Skin Cushion Capture Totale di Christian Dior: a metà fra un trattamento ed un fondotinta

 

Una nuova review sul fondotinta Dreamskin Perfect Skin Cushion di Dior

 

Dreamskin Perfect Skin Cushion Capture Totale di Christian Dior

 

Dreamskin Perfect Skin Cushion di Dior, è un altro fondotinta che sto apprezzando molto anche se, non essendo abituata alla modalità “cushion” inizialmente, sono sincera, mi lasciava un po’ perplessa, anche per la sua copertura decisamente leggera.
Poi però, con l’utilizzo, e con l’arrivo della bella stagione, l’ho decisamente rivalutato.
Avendolo acquistato a fine inverno, ero infatti abituata ad ottenere da un fondotinta una copertura maggiore, ma con l’arrivo della bella stagione, è nata in me la voglia e l’esigenza di un trucco più naturale, di un viso più fresco e di un make-up più sottile.
Ecco quindi che ho iniziato ad apprezzare pienamente il risultato, sulla mia pelle, del Dreamskin Perfect Skin Cushion di Dior.

Questo fondotinta regala, come dicevo, una copertura leggera, paragonabile direi a quella di una BB cream, a metà fra una crema di trattamento ed un fondotinta (non a caso, sul sito di Sephora lo troverete fra i prodotti per il trattamento del viso e non sul makeup), quindi sconsigliato a chi predilige grande copertura e a chi ha grandi rossori, difetti, o discromie da correggere.
E’ inoltre indicato per pelli miste a tendenza secca, normali o secche.
Pur avendo una copertura bassa posso dire che, almeno per quanto riguarda i mie rossori, questo fondotinta fa egregiamente il suo lavoro riuscendo a coprirli in modo abbastanza soddisfacente.
Si fonde perfettamente con la pelle uniformandola in trasparenza, senza appesantirla, minimizzando l’aspetto dei pori e regalandole un aspetto mat con un’apprezzabile durata ed un senso di freschezza davvero piacevole.



Non so dire se queste performances saranno apprezzabili anche in estate o se invece potrà comportare problemi di lucidità… questo lo vedrò nei prossimi mesi; sicuramente sarà apprezzato in inverno da coloro che non amano sentirsi la pelle soffocata da un fondotinta più pesante e cercano uniformità e trasparenza ed in primavera sarà amato da coloro che decidono di mettere in stand-by il fondotinta coprente e sostituirlo con un prodotto che regali naturalezza e luminosità.
Con Dreamskin Perfect Skin Cushion Il colorito infatti è radioso, luminoso, con un lieve effetto glow; la pelle è uniformata in modo naturale, le rughe o i segni di disidratazione non sono evidenziati e la sensazione è di pelle che respira; dunque perfetto per un trucco antiage.
Dunque un finish estremamente naturale tanto che, durante l’applicazione, si ha quasi la sensazione di non applicare nulla, salvo poi apprezzare l’uniformità della pelle che questo fondotinta regal.



Ricordo comunque che, anche se considerato a metà fra una crema ed un fondotinta, questo non esclude l’uso dei nostri trattamenti quotidiani che, al contrario, sono comunque d’obbligo.
Con il tempo, e la pratica, ho iniziato anche ad apprezzare la formula “cushion” ed ho imparato che l’applicazione ottimale del Dreamskin Perfect Skin Cushion è a piccoli tocchi, tamponandolo sulla pelle; io passo poi un velo di cipria compatta di Sisley (che sto amando molto!), un velo di terra, un tocco di fard e mi sento perfettamente a posto! Dreamskin Perfect Skin Cushion è dunque sicuramente un prodotto molto pratico per chi non ha molto tempo da dedicare al makeup, oppure per chi viaggia e non vuole portarsi dietro un beauty-case troppo voluminoso.
Elemento decisamente positivo, è inoltre il suo fattore di protezione: un SPF50 è una protezione di tutto rispetto ed un toccasana per la pelle!

 

Veniamo ora alle dolenti note, che ci sono e non sono da poco!
Prima di tutto il prezzo: da Sephora la confezione completa, contenente due ricariche da 15g l’una, viene 70,90€, mentre la ricarica (sempre 15g) viene 36,90€…
Dunque il prezzo è piuttosto alto, considerando che nella confezione (come del resto accade per i cushion di tutte le marche) c’è veramente pochissimo prodotto.
Altra nota dolente di questa tipologia di prodotti, è la scelta delle colorazioni (io ho la n.20), che sono poche e che, ovviamente, dovremo valutare praticamente solo “sulla carta”, perché ho visto che è piuttosto difficile trovare una profumeria che abbia dei tester con cui poter valutare bene la tinta.
Insomma, un fondotinta sicuramente molto interessante, sia come resa che come praticità di utilizzo, ma con un rapporto qualità/prezzo forse un po’ discutibile.

 

E voi lo conoscete? Che ne pensate?
Sperando comunque di esservi stata utile, vi saluto e ci vediamo al prossimo articolo.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.