Disidratazione: Come proteggere la pelle dal freddo

Disidratazione: 10 idee per proteggere la nostra pelle dal freddo

Inverno: piccoli, ma utili consigli per difendere la nostra pelle dalla disidratazione

A causa del freddo, la nostra pelle diventa più secca e rugosa e molto meno luminosa. Bisogna occuparsene al meglio, intervenendo sulla disidratazione, prima che la situazione peggiori procurando disseccamento eccessivo, screpolature e prurito.

Come proteggere la pelle dal freddo

 

Evitare bagni troppo caldi
Immergersi in acqua troppo calda secca la pelle molto più di una doccia a 37°. Ma è anche vero che, quando fa freddo o si è stressate dal nostro quotidiano, un bel bagno caldo è una piccola coccola estremamente confortevole a cui non è giusto rinunciare. Un’ottima soluzione per potersela concedere senza timore di disidratazione, è quella di aggiungere qualche goccia di olio cosmetico che, grazie ai lipidi che contiene, compensa l’effetto di disseccamento dell’acqua e del calcare.

Scegliere bene il nostro olio cosmetico
Per struccare, lavare o ammorbidire la nostra pelle, oggi gli oli cosmetici sono tra i prodotti più ricercati, ma occorre prestare molta attenzione nella scelta perché alcuni di questi, i cosiddetti oli secchi, contengono del silicone, che può provocare disidratazione e secchezza. Gli oli hanno inoltre un effetto superficiale, cioè hanno una penetrazione inferiore rispetto ad un latte oppure ad una crema, dunque il loro potere nutritivo è sicuramente minore.
Nello scegliere un olio quindi, è preferibile optare per un olio vegetale (mandorle dolci, avocado, argan, germe di grano…)
Ma attenzione anche agli oli essenziali che non devono essere applicati puri sull’epidermide per evitare bruciori o irritazioni

Applicare una crema corpo dopo ogni doccia
Il consiglio è quello di applicare la propria crema o latte corpo, ogni volta che usciamo dalla doccia, prestando particolare attenzione sulla parte davanti delle gambe e sulla parte alta delle braccia, che sono le zone più a rischio disidratazione.
Se la pelle è molto, secca, è preferibile optare per un balsamo, che è allo stesso tempo gradevole sulla pelle e molto nutriente, in quanto la parte grassa contenuta è più importante rispetto a quella di un latte.
Bisognerà solo massaggiare un po’ di più per farla penetrare meglio.

Aver cura dei nostri piedi
Per nutrire e coccolare al meglio i nostri piedi, è consigliabile passare una crema tutte le sere, a pelle pulita. Abitudine molto utile anche per prevenire possibili geloni perché l’associazione tra umidità e freddo, in particolare quando si ha una cattiva traspirazione all’interno delle nostre calzature, ne favorisce l’apparizione. Prima di andare a letto dunque, non dimentichiamo di nutrirli e dedicare loro un piccolo massaggio.

Coccolare le nostre mani
Quando fa molto freddo, le nostre mani sono molto esposte… e allora cosa da fare? Prima di tutto dobbiamo evitare di lavarle troppo spesso e dobbiamo ricordarci di applicare tutti i giorni una crema. L’ideale sarebbe applicarla ogni volta che ci laviamo le mani e dopo esserci ben asciugate la pelle… Ma siccome il tempo è sempre tiranno, cerchiamo di farlo almeno alla sera, prima di andare a letto.
Nei luoghi pubblici evitare di asciugarsi le mani con i classici asciugatori elettrici perché troppo disseccanti, e la stessa precauzione vale per i gel idroalcolici che non detergono ma disinfettano e, di conseguenza, danneggiano il film protettivo cutaneo.
Inoltre un consiglio che forse può risultare banale ma, almeno per quanto mi riguarda, troppo spesso ignorato, prima di uscire ricordiamoci sempre di indossare dei guanti… Abitudine che spesso, per la fretta, troppo spesso tralasciamo.
Infine una piccola accortezza… Se ci laviamo ed asciughiamo le mani SENZA toglierci gli anelli, l’umidità può causare delle dermatiti (infiammazioni). E’ dunque preferibile toglierli ed assicurarci che la pelle sia perfettamente asciutta, prima di rimetterli.

Applicare un siero
Applicare un siero è senza dubbio un’ottima abitudine, ma dobbiamo fare molta attenzione alla scelta. Evitiamo i sieri ad effetto tensore perché non saranno abbastanza ricchi per la nostra pelle. La soluzione migliore è optare per un siero idratante che nutrirà adeguatamente la pelle che così non perderà in turgore e luminosità.

Applicare sempre un contorno occhi
Applicare sempre un prodotto per il contorno degli occhi, permette di limitare la disidratazione di questa zona così tanto fragile, ma anche in questo caso è necessario scegliere la texture più adatta. In presenza di borse, ad esempio, prima di andare a letto è meglio evitare di applicare un balsamo, perché un prodotto troppo grasso rischia di far gonfiare gli occhi durante la notte e di accentuare quindi il problema. Preferiamo quindi un prodotto idratante e antiage più fluido oppure applichiamo il prodotto più grasso al mattino, per proteggere la zona dalle aggressioni della giornata.

Cambiare la crema
Una buona abitudine, è quella di adottare una crema più ricca per il giorno e per la notte, perché il freddo e le variazioni di temperatura disseccano la pelle, mentre il calore (talvolta eccessivo degli appartamenti), accelera la disidratazione. Bisogna sempre ascoltare le proprie sensazioni: se sentiamo la pelle che tira, allora è chiaro che c’è bisogno di una maggiore idratazione. Ricordiamo inoltre che con la brutta stagione, anche la secrezione di sebo diminuisce; dunque non esitiamo a scegliere un prodotto ricco di attivi idratanti e riapplichiamolo, nel corso della giornata, se si sente la pelle tirare.

Applicare una maschera
L’utilizzo di maschere, due o tre volte a settimana, è una buona abitudine, a condizione però anche in questo caso, di saper scegliere quelle giuste.
In inverno, su pelli secche e fragili, mai utilizzare delle maschere all’argilla, ma piuttosto maschere idratanti e nutrienti, con ingredienti come: glicerina, acido jaluronico, eventualmente urea, oli e burri come karité, jojoba, argan…

Idratare bene le labbra
Le labbra si disidratano con estrema facilità ed è quindi necessario proteggerle, applicando più volte al giorno uno stick nutriente apposito.
Evitiamo il più possibile di inumidirle passandoci sopra la lingua, perché questo gesto comunque così naturale, può contribuire a seccarle maggiormente.
Ricordiamo inoltre che gli stick colorati che si trovano in commercio e con i quali pensiamo di poter sostituire rossetto e prodotto curativo per le labbra, sono invece spesso meno idratanti dei classici prodotti nutrienti in stick.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.