Diorific Vernis Marilyn, un rosso deludente

Diorific Vernis - Marilyn

Diorific vernis collezione Natale 2013, 751 Marilyn

Nella collezione Diorific di Dior, per il Natale 2013, si respirava l’aria della reggia di Versailles, con i suoi balli, il suo sfarzo, la sua opulenza.
Oro scintillante e forme sferiche, il live motive di tutta la collezione…

Diorific Vernis - Marilyn

In quei giorni avevo già raggiunto il numero massimo di spese che mi ero prefissata… e quindi ho saltato in pieno l’acquisto degli articoli della collezione Diorific che, ad onor del vero, è andata letteralmente a ruba.
Gironzolando tra gli stand di Sephora o di altre profumerie, non ho mai nemmeno avuto modo di vedere qualche prodotto dal “vero” della collezione…

Quando, ad inizio Febbraio, ho trovato un superstite dell’arrembaggio natalizio alla collezione Diorific, mi sono lasciata tentare e l’ho acquistato.
Il superstite in questione è uno degli smalti della collezione Diorific Vernis e precisamente il 751 Marilyn, un rosso rubino… e pur avendo a casa un buon numero di smalti rossi, continuo a farmi incantare da questo colore, così come Ulisse si lasciò ammaliare dal canto delle sirene.
E anch’io, come lui, a volte dovrei proprio farmi legare ad un palo e non cedere così al richiamo suadente che le profumerie esercitano su di me…
Ma veniamo allo smalto Diorific Vernis Marilyn

Il packaging di Diorific è davvero, davvero delizioso: forma sferica e tappo dorato, sfiziosissima e molto natalizia, assomiglia più ad un gioiello che non ad una boccetta di smalto.

Il colore di Diorific Vernis Marilyn è un rosso rubino, con una lieve base blu, che lo rende leggermente diverso dai vari rossi dal “cuore” caldo che possiedo; il finish è quasi impercettibilmente metallico e questo gli conferisce una bella brillantezza, che varia a seconda della luce.

Diorific Vernis - Marylin
Ma veniamo alle note negative del Diorific Vernis Marilyn…
Prima di tutto l’applicazione non è affatto semplice; il tappo dorato e sfizioso è troppo piccolo per essere pratico e maneggevole ed anche il pennellino è piccolo, diverso da quello più grande e piatto degli altri smalti Dior… un vero peccato perché funzionano benissimo…
E francamente non capisco il perché di questa scelta…
La texture è molto, molto fluida, diversa dalla texture “corposa” degli altri smalti Dior… anche qui la differenza si nota subito.
Lo smalto si stende bene, ma rimane piuttosto trasparente; con la seconda passata, anche stendendolo bene, si creano creare delle antiestetiche striature, ed è quindi necessaria una terza mano per una finitura perfettamente coprente ed omogenea.
Peccato che, a mio parere, con la terza mano perda decisamente di brillantezza, senza considerare che non sempre si ha la possibilità di impiegare così tanto tempo per applicare uno smalto…

La durata… che dire… Dopo due ore dall’applicazione, sulla mano destra già si era scheggiato sulla punta di tre dita
Riapplicato smalto e top coat, il giorno dopo sulla punta delle unghie lo smalto era già venuto via; grazie al topcoat di Sally Hansen e ad un altro meraviglioso prodotto di Mavala di cui vi parlerò, sono comunque riuscita a mantenere Marylin senza che si deteriorasse ulteriormente, per 5-6 giorni… imperfetto, ma è durato…
Ma non era questo che volevo e non era questo che mi aspettavo…

Per concludere, penso che questo smalto sia sfiziosissimo da tenere in mostra in bagno, ma tutto qui… e non mi sembra che possa bastare…

Non so se le altre colorazioni durino più a lungo o siano più coprenti… quello che posso dire è che Diorific Marilyn lascia a desiderare come tinta, perchè non ha niente di particolare che lo differenzi da altri rossi in commercio, ha una durata mediocre, una texture troppo trasparente e una confezione poco pratica ai fini dell’applicazione.

Decisamente inferiore (e non di poco) del “fratellastro” Nuit 1947, magari meno bello come packaging, ottimo come durata e bellissimo come tinta.

Che dire… nel caso di Marilyn, forse sarebbe stato meglio che la Dior si fosse preoccupata più del contenuto che del contenitore..

E voi che ne pensate? Sono solo io ad avere avuto problemi con Diorific Vernis Marilyn? Avete provato le altre tinte di questa linea? 

 

2 comments to Diorific Vernis Marilyn, un rosso deludente

  • Annamaria  says:

    In una profumeria ho visto anch’io che era rimasto proprio questo colore della linea natalizia. Ero tentata di prenderlo, per fortuna non l’ho fatto!

    • Chiara Foianesi Chiara Foianesi  says:

      Ciao Annamaria! Beh, hai fatto bene… in giro c’è di meglio e di più economico. :-)

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>