La Dieta per ritrovare l’Energia contro la stanchezza di primavera

La dieta per ritrovare energia giusta e combattere la stanchezza di primavera

Una dieta per ritrovare energia  è quello che ci vuole per affrontare la spossatezza tipicamente primaverile

Energia per combattere la stanchezza primaverile

E’ arrivata la primavera con i suoi profumi, il suo tepore ed i suoi colori… se da una parte questo ci riempie di gioia e di vibrazioni positive, dall’altra si avvertono i tipici fastidi di questa stagione, che magari vanno ad accentuare certi malesseri, che molte di noi conoscono bene, dovuti ai cambiamenti ormonali.
Ci sentiamo stanche, affaticate, ansiose e certi malumori o tristezze si fanno a volte più insistenti.

Un modo sicuramente efficace per aiutare cuore e mente a ritrovare energia, benessere ed equilibrio, viene sicuramente dalla… tavola! 🙂
Tutto ciò che mangiamo influisce in maniera determinante sul benessere generale del nostro organismo e quindi, conseguentemente, sul nostro stato d’animo.
Cerchiamo quindi di individuare quali sono gli alimenti giusti, quelli che più di altri possono apportare beneficio ed energia in modo particolare in questa stagione di passaggio così delicata, e quindi privilegiamo quelli che possono aiutarci a ridurre i gonfiori, ma anche a fornirci la carica vitale giusta per affrontare le nostre giornate sempre così piene.

Il tutto ovviamente accompagnato da un po’ di movimento, che non significa obbligatoriamente frequentare una palestra, ma semplicemente muoversi di più, scrollarsi di dosso la pigrizia, trabocchetto nel quale molto spesso un po’ tutte cadiamo.

 

Vediamo insieme come ritrovare benessere, dando un’occhiata a quelli che sono gli alimenti che ci daranno un carico di energia in modo assolutamente naturale e ci aiuteranno a stare meglio in ogni periodo dell’anno, ma che in questa stagione in particolare possono essere davvero dei fortissimi alleati.

 

Frutta e verdura

Frutta e verdura, alimenti che sono ricchi di magnesioferro e potassio non devono mai mancare dalla nostra tavola.

 

 Uova

A proposito di energia: le uova sono estremamente ricche di proteine e di vitamine, tra cui quelle del gruppo B, A e D, di fosforo, ferro e calcio.
Sbagliato quindi cancellarle dalla nostra alimentazione solo per la paura di un aumento colesterolo; concediamoci due uova a settimana ed approfittiamo dei benefici di questo prezioso alimento.

 

 Caffé

Anche il caffè, sempre che non se ne abusi, rappresenta un ottimo aiuto per alleviare il senso di spossatezza, aumentare la concentrazione e migliorare l’umore.
Non solo, un recente studio dell’Istituto di Ricerche Mario Negri di Milano promuove a pieni voti il caffè ed i suoi benefici, almeno nelle persone senza problemi di salute, in quanto addirittura raddoppierebbe l’apporto di antiossidanti.

“Consumando 3-4 tazzine al giorno, una persona sana può godere del piacere di bere un buon caffè senza temere per la propria salute”. Così Alessandra Tavani, capo del Laboratorio di epidemiologia delle malattie croniche dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, sintetizza la morale del booklet “Caffè e salute”, scritto in collaborazione con l’Irccs diretto da Silvio Garattini. In esso, gli esperti promuovono i benefici del caffé, almeno nelle persone senza problemi di salute. In particolare nel nostro Paese, dove frutta e verdura fanno parte della dieta, “3-4 tazzine di caffè raddoppiano l’apporto di sostanze antiossidanti… Non bisogna fare confusione tra effetti della caffeina e del caffè – avverte Tavani – . La caffeina della tazzina di caffè è ritenuta responsabile della diminuzione del senso di fatica, dell’aumento della vigilanza e dell’aumento della motilità intestinale. Inoltre la caffeina a dosi appropriate potenzia gli effetti antidolorifici dell’aspirina, aumentandone la biodisponibilità”. Fonte: Repubblica.it – Caffè, un beneficio per chi è sano: raddoppia l’apporto di antiossidanti

 

 Soia

Altro alimento che non dovremmo mai farci mancare è la soia, ottima fonte di proteine vegetali, ricca di vitamine, minerali antiossidanti, digeribile e con pochi grassi. 
Essendo ricca di fitoestrogeni, sostanze naturali simili agli ormoni femminili, ha la capacità di poter alleviare alcuni sintomi fastidiosi come le vampate di calore e l’ipertensione (quando sono lievi), ma è consigliato un consumo giornaliero di piccole quantità di soia o derivati.
Purtroppo la soia risulta essere una delle piante geneticamente più modificate, quindi il consiglio è quello di acquistare soia e prodotti derivati esclusivamente biologici o almeno con la dicitura in etichetta che garantisca il non utilizzo, e quindi l’assenza, degli O.G.M. (Organismi Geneticamente Modificati).
Fonti alimentari a base di soia: latte di soia, yogurt di soia, formaggio di soia (tofu), pasta di soia, pane di soia, farina di soia, germogli di soia, olio di soia, miso (prodotto fermentato aggiunto a zuppe, minestre o altro, con proprietà curative sull’apparato digerente), ecc.

Cereali

Ricordiamoci inoltre che le nostre colazioni dovrebbero essere a base di cereali che, non solo apportano donano energia, ma aiutano anche ad evitare picchi di glucosio e attacchi di fame prima di pranzo.

 

 Frutta secca

Un alimento che viene spesso erroneamente accantonato perché considerato ricco di calorie, è la frutta secca che al contrario è un’ottima fonte di zuccheri semplici di facile assimilazione ed essendo ricca di fibre e minerali, può essere un ottimo spuntino nutriente, a patto però di essere consumata in piccole dosi, che non devono superare i 20g al giorno anche se, essendo così buona, a volte è facile esagerare… 🙂

Proviamo a riassumere le proprietà della frutta secca più comune:
Mandorle: contengono proteine, acidi grassi monoinsaturi, vitamine (soprattutto B2 e la E) e numerosi sali minerali (manganese, magnesio, calcio, rame, fosforo), sono dunque considerate antiansia, migliorano l’umore, aiutano l’intestino (stipsi) e la concentrazione.
Noci: ricche in vitamina E, acidi grassi Omega 3, Omega 6 e magnesio, sono astringenti, toniche, cicatrizzanti, antinfiammatorie, disinfettanti contro i parassiti intestinali e capaci di regolare i livelli ematici di zuccheri riducendo il rischio di sviluppare aterosclerosi e malattie cardiovascolari.
Pistacchi: ricchi di vitamine del gruppo A e B, proteine, omega 6 e sali minerali, aiutano contro l’artrite, il diabete e le affezioni della pelle.
Pinoli: apportano proteine, fibre, provitamina A, vitamina E, ferro, calcio, magnesio e amidi, e sono consigliati a chi soffre di stanchezza cronica e debolezza. Molto utili anche per potenziare l’energia mentale.
Anacardi: contengono un’alta percentuale di grassi monoinsaturi, acido folico, vitamine B1 e B2, selenio e steroli vegetali, sono antidepressivi e contrastano il colesterolo cattivo.
Arachidi: presentano un alto contenuto di arginina (fondamentale per la crescita), sali minerale e sono una buona fonte di polifenoli (resveratrolo), sostanze ad elevato potere antiossidante. Fonte: www.rimedialnaturale.it – Benefici della frutta secca

 

 Kiwi

Ricordiamoci inoltre che la nostra alimentazione deve anche essere prevedere la frutta fresca, privilegiando il kiwi, ricco di vitamine e utile nella regolarizzazione della pressione; il suo apporto di potassio è inoltre utilissimo per coloro che soffrono di crampi.

 

 Semi di zucca

 

Piccoli, ma utilissimi, sono infine i semi di zucca, ricchi di Omega 3 e fitosteroli.

Gli Omega 3 proteggono la salute del cuore, i fitosteroli riducono il colesterolo, diminuiscono il rischio di alcuni tipi di tumori, rafforzano il sistema immunitario.
I semi inoltre sono stati utilizzati in studi per curare i disturbi dell’umore poiché contengono L-triptofano, una sostanza chimica che riduce lo stress e favorisce la calma.
Possono essere utilizzati tostati in forno o meglio se crudi e consumati aggiungendoli al cous cous, oppure in zuppe e vellutate a base di ortaggi e legumi, cucinati insieme a delle verdure salate o semplicemente aggiunti alle nostre insalate. Fonte: www.greenme.it

 

 Acqua

Non dimentichiamoci mai di bere molta acqua, secondo gli esperti 2 litri al giorno ci aiuterà a liberarci dalle scorie, a farci perdere peso e apporterà quella “idratazione dall’interno” di cui la nostra pelle ha un assoluto bisogno.

Cioccolato

Ultimo consiglio è quello di affrontare questo cambio di stagione facendoci aiutare dal magnesio che ci darà una mano per combattere la spossatezza e la stanchezza tipiche appunto di questo periodo.

E… siccome il cioccolato è ricco di questo elemento, un pizzico di cioccolato non solo ci regalerà energia facendoci sentire meno stanche, ma migliorerà sicuramente anche il nostro umore! 🙂

Parola di golosa… 😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.