Cipria e terra Wjcon

Wjcon: Baked patchwork

Wjcon: cipria libera e terra abbronzante

Stavo girellando per un centro commerciale vicino a casa… uno di quei rari momenti di “sano bighellonare”, che di tanto in tanto mi piace concedermi.
Non avendo più l’impegno di un figlio piccolo da seguire e purtroppo nemmeno più la mia adorata cagnolina da accudire, una volta uscita dal lavoro e assolti i lavori domestici, mi piace prendermi dei momenti in cui non penso e mi perdo nel guardare le vetrine.
Guarda e non toccare… haimé!
Quel giorno sono passata davanti ad un nuovo negozio di prodotti cosmetici, Wjcon, un brand tutto italiano che nasce nel 2009, di cui avevo già sentito parlare e che, ad una prima occhiata sembra assomigliare molto a Kiko; stesso packaging, stesso modo di esporre i prodotti e più o meno stessi prezzi.
Dal momento che Kiko, per alcuni aspetti, ha rappresentato davvero una piacevole sorpresa, e dal momento che mi piace testare (e trovare…) buoni prodotti a basso costo, naturalmente non mi è parso il vero di entrare e curiosare nel negozio di Wjcon.
In un momento di crisi, gli articoli di makeup che soddisfino la vanità ed il borsellino, sono i benvenuti!
Non so per quale contorta sinapsi mentale, la mia attenzione è stata attirata dalle polveri di Wjcon: cipria libera e terra
Me lo sono ripetuto centinaia di volte che con le polveri bisogna andarci piano; non è facile trovarne di buone e una pelle matura dovrebbe starci attenta e andarci cauta, come potete leggere nell’articolo dedicato ai 10 trucchi che invecchiano di 10 anni.
Se poi la pelle è mista, con zone molto secche e altre con pori dilatati, farei bene a fare dietro-front e proseguire oltre…
E invece no!
Ci sono momenti in cui mi dimentico di tutte queste cose, penso di avere 20 anni e la pelle perfetta e, attirata dai prezzi allettanti, mi prodigo nell’acquisto.
Prendendo puntualmente i prodotti sbagliati… Come in questo caso, appunto…

Andiamo per ordine e vediamo quali polveri di Wjcon ho acquistato:

Wjcon: Cipria in polvere prime & fine
Sul sito la descrivono così:
“Realizzata con finissime polveri ultra-micronizzate e arricchita con vitamina E, acido ialuronico e filtri UV, la cipria in polvere Wjcon si fonde in modo straordinario con il colorito naturale. La pelle risulta immediatamente idratata, levigata e setosa. Per un risultato naturale, prelevare una piccola quantità di prodotto con il pennello e applicare sul viso. Per un risultato più sofisticato applicare con una spugnetta e rimuovere con il pennello la polvere in eccesso.”

Sul packaging niente da dire, la confezione è graziosa, nera e lucida con il suo piumino ed un comodo, largo specchietto.
Ed il costo è davvero invitante: €9.90… “Niente male” ho pensato, proviamola…
Effettivamente subito dopo l’applicazione (che ho fatto rigorosamente con il pennello) la pelle risulta molto setosa, nonostante la polvere non sia delle più fini, il risultato allo specchio devo dire che è molto, molto piacevole, tanto che ho pensato di essere stata fortunata per aver trovato un così bel prodottino ad un costo così basso!

Wajcon: Cipria in polvere prime & fine

Ma… il bel vedere dura poco..
Dopo nemmeno un’ora la pelle appare come appesantita ed i pori sono apertissimi quasi a gridare vendetta!
Ho voluto provarla un paio di volte, prima di scartarla definitivamente e senza appello…
Troppo pesante per una pelle come la mia e decisamente non adatta a chi, come me, soffre di pori dilatati; non solo non li minimizza, ma al contrario, a mio parere addirittura li enfatizza!
Passiamo oltre…

Wjcon: Baked Patchwork

Sul sito la descrivono così:
“Baked Patchwork è la terra abbronzante di Wjcon che con la sua versatilità, dovuta alle varie tonalità complementari, ti consentono di scolpire il viso in un intrigante gioco di chiaro-scuri. L’accostamento di varie tonalità rende il prodotto perfetto come terra, phard e perfino ombretto.”
Il costo è sempre di €9.90

Anche su questo prodotto niente da dire per quanto riguarda il packaging: confezione nera, lucida con un comodo specchietto.
Io mi sono presa quella sui toni del marrone e beige e visivamente è sicuramente d’impatto.

Wjcon: Baked patchwork

Ma è shimmer! Decisamente shimmer! Esageratamente shimmer per essere usata come terra, a meno che non si voglia assomigliare a Jill, una protagonista del film Agente 007 – Missione Goldfinger (quella con il mitico Sean Connery… chi se la ricorda?) la cui pelle viene completamente cosparsa d’oro provocandole così la morte per soffocamento.

007-Missione Goldfinger
Voi vi chiederete: “E perché l’ha acquistata allora?”
Me lo chiedo anch’io… ma come vi ho detto, a volte penso di avere 20 anni e poi, a mia discolpa, c’è da dire che le luci del negozio di Wjcon forse mi hanno tratta in inganno… (che scusa eh?)
In ogni caso, può essere usata (e così farò…) per illuminare l’arcata sopraccigliare o, senza esagerare, come ombretto; andando con la mano molto leggera può anche essere usata come illuminante o come fard
Ma non chiamatela terra… e soprattutto non usatela su tutto il viso!
Comunque Wjcon ha anche tutta una serie di altri prodotti, come ad esempio ombretti, rossetti e matite che sono sicuramente da provare.. e vi farò sapere se troverò qualche prodotto interessante.
Voi conoscete questo brand? Avete mai provato niente?
Si accettano consigli… :-)

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>