Bellezza e trattamenti per la cura del cancro

Belle nonostante i trattamenti per la cura del tumore

Belle durante e dopo i trattamenti per la cura del tumore: come prendersi cura dell’incarnato

 

Trattamenti per la cura del tumore come la radioterapia e la chemioterapia, fra le altre cose, hanno effetti negativi anche sulla pelle, rendendola opaca e grigiastra. Come poter rimediare?

Bellezza e trattamenti per la cura del cancro

 

Affrontare i trattamenti per la cura del cancro, sia dal punto di vista psicologico che fisico, è una lotta durissima e faticosa; non voglio sembrare superficiale, affrontando argomenti di bellezza legandoli ad un problema così drammatico come il tumore ma credo che, nella devastazione fisica e psicologica che il cancro impone una persona, per una donna sia importante potersi vedere ancora bella ed attraente… piacersi ancora, nonostante tutto.
Questo vuole essere solo un piccolo, piccolissimo contributo per ridare il sorriso a chi ha sofferto e soffre tanto e che, ogni giorno, guardandosi allo specchio, non riesce più a ritrovare la sua immagine di un tempo.
Quindi, in attesa di risolvere i problemi fisici e di ritornare ad una vita normale, forse il make-up può aiutare l’anima a rasserenarsi un po’; vediamo insieme allora come prendersi cura del proprio incarnato, durante e dopo i trattamenti per la cura del cancro.
I trattamenti come la radioterapia e la chemioterapia, fra le altre cose, hanno effetti negativi anche sulla pelle, la rendono opaca e grigiastra, la indeboliscono e quindi, di conseguenza, la carnagione perde la sua luminosità e si inspessisce.
Inoltre può apparire del rossore sulla fronte, ai lati del naso, sul mento e sul decolleté; la cattiva circolazione linfatica e sanguigna, rendono grigio l’incarnato e può sopraggiungere la comparsa di occhiaie violacee e anche le labbra, inoltre, diventano spesso molto bianche e si screpolano.
Come poter rimediare?
Vediamolo insieme…

Attenzione a non calcare troppo la mano!
Contrariamente a quanto si può credere, cercare di ricreare una bella carnagione, non significa avere la mano pesante con il fondotinta e con la cipria; una pelle stanca che ha perso luminosità e tono, non deve assolutamente essere sovraccaricata, altrimenti l’effetto affaticamento si accentua.
Mettendo troppo fondotinta, troppa terra o troppo correttore non è mai positivo, specialmente quando non si è più giovani, ma in questo caso specifico, rischia di stigmatizzare ancora di più il tumore.
Per dare luminosità alla tinta, è importante privilegiare prodotti dalla texture leggera ed elastica che favoriscano quindi l’idratazione, la morbidezza e la fotoprotezione, in modo specifico durante il periodo di trattamento, quando la pelle è maggiormente sotto attacco.
Le BB crème e le CC crème sono particolarmente adatte durante i trattamenti perché idratano, addolciscono e proteggono la pelle senza soffocarla; cancellano le imperfezioni ed illuminano la tinta, là dove i cosmetici più classici (fondotinta, terra solare, correttore) coprono e camuffano in modo non esattamente naturale, con il rischio di attirare l’attenzione sul viso e di accentuare la visione degli effetti del cancro.
Come applicarle? La BB crème o la CC crème si applicano con piccoli tocchi su fronte, guance, mento e naso e stendendole poi dal basso verso l’alto.
Un ulteriore consiglio: Un correttore in stick di colore verde è indicato per cancellare i rossori; tamponarlo con la punta delle dita sulle zone da coprire.

In caso di pelle molto stanca
Se la BB crème o la CC crème non riesco a coprire sufficientemente, è possibile utilizzare una base più coprente; scegliere un fondotinta idratante, ad esempio all’acido ialuronico, nel caso di pelli secche, ed un fondotinta matificante per le pelli grasse soggette ad imperfezioni.
L’ideale è orientarsi verso fondotinta studiati per pelli intolleranti, quindi formulati senza profumo, senza parabeni e nichel controllati; questa tipologia di prodotto limita il rischio che possano aggravarsi le possibili lesioni cutanee nelle pelli più sensibili ai trattamenti contro il cancro.
Per un ultimo tocco di luce, fissare il trucco con una cipria luminosa; se l’incarnato rimane sfocato, l’attenzione viene richiamata su di un’altra area del viso, come ad esempio occhi e labbra.
Completare infine la base con piccoli tocchi di fard rosato, ideale per illuminare una pelle stanca.

Cancellare le occhiaie
Per le occhiaie, va osservata la stessa leggerezza, optando per piccoli tocchi di concealer, che andrà ad addolcirle.
Quale colore scegliere?
Per le occhiaie giallo-blu, il colore di correttore più indicato è il rosa; va applicato a V sulla parte interna delle occhiaie e poi sfumato risalendo fino al lato dell’occhio, con le dita, un pennello oppure una spugnetta.
Per le occhiaie blu-violacee invece, sarà perfetto un correttore di colore giallo.

Lo so, questo post è solo una goccia nel mare, quando si parla di tumore… io spero però che, pur nella sua piccolezza e “frivolezza”, possa aiutare chi sta affrontando questa terribile esperienza a tornare, nonostante tutto, a prendersi cura del proprio aspetto ed a sorridere un po’.
E così, anche se solo per qualche istante, spero che il lasciarsi andare a delle piccole vanità, possa costituire un ritorno alla “normalità” che farà bene al cuore…
La Bellezza può essere ovunque e noi continuiamo ad essere Donne… sempre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.