Alimentazione e invecchiamento

Alimentazione e invecchiamento

Alimentazione e invecchiamento: i cibi che ci fanno invecchiare

Se una buona alimentazione può essere di valido aiuto nel mantenerci sani e contribuire, unitamente ad un sano stile di vita, a mantenerci giovani, è altrettanto vero che certi cibi possono invece determinare un precoce invecchiamento sia della nostra dentatura che della nostra pelle.

Cibo e invecchiamento

Benessere e salute partono decisamente dalla tavola e quindi da una sana e corretta alimentazione, ma il cibo sbagliato, può al contrario concorrere a determinare un invecchiamento precoce, danneggiando pelle e denti. 
Ecco quindi, direttamente dal Magazine Health, una lista di 14 alimenti che, pur non essendo per la maggior parte dannosi in senso stretto per la salute, contengono sostanze che possono accelerare il processo d’invecchiamento.

Vediamo insieme quali sono gli alimenti che, nella nostra alimentazione, possono seriamente contribuire a farci invecchiare:

L’ALCOOL
Al primo posto, tra i cibi che provocano un invecchiamento precoce, è senza dubbio l’alcool.
Il fegato, infatti, se non è in grado di poterlo smaltire in modo adeguato, produce un accumulo di tossine in grado di determinare un aumento delle rughe ed un colorito giallognolo della pelle.

I DOLCI
I dolci soddisfano la nostra parte più emotiva e molto spesso vi troviamo rifugio quando è forte il desiderio di “coccole alimentari”.
Ma i dolci, se da una parte soddisfano palato e cuore, dall’altro innescano, attraverso gli zuccheri contenuti, un processo detto di “Glicazione”, che danneggia il collagene provocando rughe e perdita di tono.
Non solo, gli zuccheri sono anche impietosi verso la nostra dentatura, perché innescando una proliferazione di batteri nel cavo orale, sono in grado di scolorire i denti e di indebolirli.

IL VINO BIANCO
Anche il vino bianco può essere un nemico della nostra dentatura; gli acidi che contiene, infatti, vanno ad intaccare lo smalto dei denti. Attenzione però, non pensiamo di eliminare il problema lavandoli subito dopo averlo bevuto; è buona norma, infatti, aspettare almeno un’ora in modo da dare allo smalto il tempo di rimineralizzarsi.

IL SALE
Beh, che il sale provochi ritenzione idrica, penso proprio che lo sappiano tutti. Quello che magari ignoriamo è che in realtà è presente (anche se in modo non evidente) anche in moltissimi cibi. Facciamoci attenzione…

LA CARNE ROSSA
La carne rossa contiene grassi in grado di scatenare i radicali liberi che sono i responsabili principali dell’invecchiamento cutaneo. Consumiamola quindi con moderazione, magari concedendoci ogni tanto, il piccolo regalo di una bella Fiorentina al sangue…

LE CARNI LAVORATE
Tutte le carni lavorate (salsicce, bacon, hot dog, pancetta, salame e salumi in generale) contengono grandi quantità di sale, solfiti e conservanti che possono provocare la formazione di rughe.

I CIBI PICCANTI
Mi costa moltissimo dire questo, perché adoro il peperoncino, ma i cibi piccanti possono contribuire al peggioramento delle dermatosi e, specialmente durante la menopausa, provocare macchie cutanee, difficili da cancellare.

LE ENERGY DRINKS
Questo particolare tipo di bevante, danno subito una bella carica di energìa, ma sappiate che anche queste possono intaccare lo smalto dei nostri denti, a causa degli acidi che contengono.
Se non sappiamo proprio rinunciarci, magari consumarle con la classica cannuccia può essere una buona soluzione.

LA LIMONATA
Anche la limonata può nascondere insidie per lo smalto dei nostri denti. Gli acidi contenuti nel limone, insieme agli zuccheri per addolcire, sono davvero un mix diabolico per lo smalto dei nostri denti.

CARNE BRUCIATA
Deliziosa la crosticina nera che talvolta si forma sulla carne cotta alla griglia, ma non tutti sanno che può provocare infiammazione ed indebolire il collagene.

IL TÈ NERO
Ottimo il tè nero, specialmente in certe sere d’inverno, ma ricordiamoci che contiene haimé, elevate quantità di tannino, che macchia in modo irrimediabile i denti.
L’aggiunta di un goccio di latte, contenente caseina, può aiutarci a limitare in qualche modo il danno.

LE BIBITE CON CAFFEINA
Attenzione all’effetto diuretico della caffeina. Assunta in quantità eccessive può comportare una perdita di liquidi anche alla pelle.

IL CAFFÈ
In aggiunta alle problematiche causate dalla caffeina, il caffè contiene degli acidi capaci di erodere lo smalto dei denti. Dobbiamo quindi proprio rinunciare a berci il nostro amato caffè? Niente affatto! Sarà sufficiente, dopo averlo bevuto, masticare un chewing-gum che riattiva la salivazione e, di conseguenza la remineralizzazione dei denti, oppure bere un bicchiere d’acqua e neutralizzare così l’acidità.

I GRASSI SATURI
I grassi saturi: tutti i tipi di insaccati, le fritture, il burro, o strutto, la panna, il latte intero, le carni grasse, i formaggi grassi, le uova, ecc… non solo sono dannosi per la circolazione, ma aumentano la sensibilità della pelle ai raggi UV, che ne provocano l’invecchiamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.