Accelerare il metabolismo: semplici trucchi per dimagrire

Non riusciamo a perdere peso? Probabilmente il nostro metabolismo è rallentato… Piccole astuzie per riattivarlo

Capita spesso che nel nostro quotidiano ci si adagi su cattive abitudini che fanno ingrassare, ritenendole magari assolutamente innocue o addirittura utili, senza pensare invece a quanto possano influire negativamente su forma fisica e benessere in generale… oltre a non far scendere il nostro peso di un solo grammo!

Riattivare il metabolismo


Quante volte infatti ci è capitato di seguire una dieta e di non avere i risultati sperati?
Di non capire il perchè quel maledetto ago della bilancia non si smuova di un etto e, scoraggiate abbandonare ogni buon proposito?
Sappiamo tutte benissimo come questo possa essere l’inizio di un circolo vizioso (faccio la dieta, non dimagrisco, mi scoraggio, mi deprimo e… mangio ancora di più!), dal quale spesso è difficile uscire; una spirale che rischia di diventare pericolosa…

Probabilmente invece, la causa è solo un metabolismo rallentato

E allora, non c’è bisogno di restringere ulteriormente il regime di una dieta, ma sarà sufficiente apportare alcune piccole modifiche nella nostra routine quotidiana; basteranno pochi, semplici trucchi per far ripartire il metabolismo e quindi… bruciare più velocemente.
Ricordiamoci prima di tutto che è importante consumare almeno 1200 calorie al giorno.
Sembra un paradosso, ma assumere meno di 1.200 calorie al giorno può effettivamente rallentare la perdita di peso, sortire quindi l’effetto contrario!
Molte persone (me compresa, fino a qualche tempo fa…) pensano erroneamente che una dieta “privativa”, magari saltando addirittura dei pasti, possa favorire la perdita di peso.
“Se si mangia molto meno del fabbisogno giornaliero, il corpo entrerà nella condizione fisiologica di ‘essere affamato’, e quindi assimilerà tutti i cibi, trasformandoli in grassi – dice una nutrizionista di New York, Keri Gans, autrice di The Small Change Diet (Il piccolo cambiamento nella dieta).
Se il corpo ha fame, infatti, e noi non lo soddisfiamo, tenderà a conservare energia invece che bruciarla. Facciamoci quindi uno spuntino leggero e rinunciamo al digiuno… ne guadagnerà anche l’umore!

A proposito di tenere sott’occhio l’apporto calorico, vi consiglio un’app GRATUITA e a mio avviso molto utile, http://www.myfitnesspal.com/, scaricabile sia su cellulare che su PC.
Si inseriscono le info sulle proprie caratteristiche come peso, altezza, età, stile di vita e…kg che si desiderano perdere e in quanto tempo.
In base a questo, il sistema elaborerà la quantità di calorie necessarie a perdere quel peso, nel tempo prefissato.
A quel punto, potrete usufruire del Diario alimentare, uno schema in cui inserire gli alimenti suddivisi nei pasti principali, compresi gli spuntini.

MyFitnessPal.com
www.myfitnesspal.com ha al suo interno un ricchissimo database con alimenti di ogni tipo all’interno del quale, semplicemente digitandone il nome o leggendo tramite cellulare il relativo codice a barre, potrete trovare l’alimento inserito nel vostro pasto.
A questo punto non dovrete fare altro che inserire le dosi ed il sistema ne calcolerà automaticamente le calorie, indicandovi quante ve ne rimangono ancora per raggiungere il vostro giusto apporto calorico della giornata.
Questo vi darà modo di capire quali alimenti sono più calorici di altri (e in proposito potreste avere delle sorprese…) e tenere d’occhio pasto per pasto le calorie assunte; una sorta di “apporto calorico consapevole”, il che non guasta.
Insomma, anche il web ci può essere d’aiuto! 🙂
Non dimentichiamoci però di affiancare a qualunque dieta noi facciamo, anche dell’esercizio fisico; questo ci consentirà di riattivare il metabolismo e di garantire tonicità ai tessuti che con la perdita di peso potrebbe venire meno.
Ricordiamoci che il corpo si mantiene tonico grazie alla sintesi delle proteine, ovvero ad un processo che consente di bruciare calorie. Potremmo quindi allenarci ad esempio con dei pesi da pochi chili; questo ci darà modo di eseguire esercizi con un numero maggiore di ripetizioni e di ottenere, in quanto a calorie bruciate, lo stesso risultato dello stesso esercizio effettuato con pesi maggiori, ma con un numero di ripetizioni decisamente minore.

Questo è il consiglio di Brad Schoenfeld, un personal trainer americano autore di Sculpting Her Body Perfect (Scolpire il suo corpo perfetto) 
L’importante è comunque mantenersi sempre in movimento, anche nelle piccole cose del quotidiano; fare le scale o i lavori domestici può essere utile a rendere più veloce il metabolismo.

Mettiamo al bando la pigrizia ed imponiamoci anche solo 30 minuti al giorno di camminata veloce, che può diventare un’ora o più nei momenti in cui il tempo libero ce lo consente, oppure rimanere semplicemente mezz’ora, ma costante tutti i giorni.
Sempre a proposito di app gratuite (oggi è il giorno delle app… 🙂 ) vi consiglio vivamente Endomondo, un’app da scaricare sul vostro cellulare o su PC e semplicissima da utilizzare. Vi basterà inserire anche qui i dati relativi alla vostra corporatura, scegliere fra i tanti presenti il tipo di allenamento, nel nostro caso ad esempio Camminata veloce, attivare il Gps, dare il VIA ed iniziare la vostra camminata, al termine della quale, Endomondo vi indicherà quanti km avete percorso, in quanto tempo e quante calorie avete bruciato, mantenendo anche la storia di tutti i vostri “allenamenti”.

endomondo

Vi posso assicurare che sarete sorprese da quello che anche in soli 30 minuti si riesce a fare; Endomondo è un’app divertente e altamente gratificante e, ripeto, assolutamente gratuita, che darà grandi soddisfazioni, gratificazioni e stimoli a fare sempre di più! 🙂

Per quanto riguarda invece l’alimentazione, il thé verde aiuta a bruciare calorie e, secondo gli ultimi studi, anche l’aceto (compreso quello balsamico) sembra avere la stessa funzione.

Facciamoci quindi delle belle insalate, condiamole con aceto e rigorosamente con olio d’oliva!

Lo sapevate che l’olio d’oliva infatti è il miglior alleato contro il senso di fame e aiuta quindi ad eliminare i chili di troppo?
Uno studio condotto dai ricercatori della Technische Universität di Monaco di Baviera (TUM), infatti, ha analizzato quattro diversi tipi di grassi (strutto, burro, olio di colza e olio d’oliva) ed i loro effetti sul metabolismo; dalle ricerche svolte è risultato che l’olio d’oliva contiene un ingrediente prezioso, l’esanale, il quale aiuta le cellule del fegato nel ritardare e assorbire il glucosio, riducendo così il calo di zuccheri nel sangue, e una riduzione glicemica repentina è quello che il cervello interpreta come un “segnale” di fame”.. quindi proprio quello che noi vogliamo evitare!
Se volete dare un’occhiata, a questo link troverete il Comunicato stampa del TUM sullo studio. 

Anche gli Omega-3 contenuti soprattutto nel pesce azzurro, hanno un forte impatto sul metabolismo, oltre a migliorare la salute della pelle, dei capelli, delle unghie e a ridurre i segni dell’invecchiamento.

Cerchiamo inoltre di alternare la quantità di calorie assunte, variando i vari gruppi nutritivi, in modo che il nostro organismo non si adatti allo stesso apporto calorico, diminuendo quindi la velocità del metabolismo.
Quando arriverà l’estate inoltre, mangiamoci tanta anguria che, grazie al suo contenuto di arginina, brucia i grassi, e ne impedisce l’accumulo localizzato.
A questo si aggiungono anche altri benefici…


Il tipo di zucchero dell’anguria, infatti, viene meglio controllato dal sangue; si evitano in tal modo i picchi glicemici, principali responsabili (come abbiamo detto prima) degli attacchi di fame.

Infine una piccola, divertente curiosità…
Un valido aiuto nell’accelerazione del metabolismo viene… dalla risata!

Riattivare il metabolismo
Ridendo sforziamo i muscoli e bruciamo calorie; ridendo si riducono gli ormoni dello stress che rallentano il metabolismo per poter conservare l’energia necessaria a proteggere il corpo in condizioni critiche.
Quindi l’ultima, importante raccomandazione è: Ridiamoci su! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.